Hundred Kingdoms

Balestrieri mercenari

La balestra rappresenta un significativo miglioramento tecnologico rispetto all'arco e all'arco lungo. Sebbene alcuni possano sostenere che la portata e la cadenza di fuoco delle balestre lunghe siano superiori a quelle della balestra, la padronanza di quest'arma massiccia richiede anni, mentre un uomo può imparare a curare e usare con competenza una balestra in pochi giorni. Questo fattore ha reso le balestre l'arma preferita delle compagnie di mercenari in tutto l'Hundred Kingdoms, o almeno di quelle che non si fanno scrupolo del costo del dispositivo stesso.

La più affidabile e famosa (nonché la più ricca) di queste compagnie è la Compagnia Libera Geronese. Queste compagnie sono le discendenti spirituali dei mercenari armati di balestra che il famigerato capitano di ventura, Danilo Meck, trovò fondamentali per tenere lontani i nemici dalle mura del suo accampamento e, nel tempo, dalla città di Gerona che vi crebbe. Pur non possedendo il monopolio della progettazione delle armi o del loro utilizzo, secoli di esperienza nella produzione, nell'uso e nella riparazione di questi micidiali dispositivi hanno garantito ai Geronesi un enorme vantaggio. Anche se molte compagnie mercenarie vantano un complemento di balestrieri alle loro dipendenze, pochi possono eguagliare la versatilità, l'abilità di fuoco o la precisione dei Geronesi. Il loro addestramento approfondito e l'ampia gamma di equipaggiamenti consentono loro di utilizzare gli arbalesti pesanti nelle formazioni difensive per le battaglie d'assedio, così come di utilizzare armi più leggere, mentre si muovono in anticipo sull'esercito come schermagliatori.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter